Home Il Liceo in quattro anni
04-06-18 liceo quadriennale
Lunedì 04 Giugno 2018 21:59

Il progetto

Il progetto Liceo quadriennale, un rinnovamento didattico recentemente avviato a livello sperimentale solo per un numero limitato di istituti scolastici, chiede il riconoscimento al MIUR, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, della sperimentazione del percorso quadriennale di istruzione superiore, con la possibilità di affrontare l’Esame di Stato al termine del quarto anno per tutti gli studenti: una straordinaria occasione di innovazione e di crescita culturale e sociale, a partire dal consapevole investimento sulla formazione dei giovani. Il disegno ha l’obiettivo di fornire agli allievi le più alte competenze per le migliori scuole del mondo; l’innovazione sia a livello metodologico-didattico sia a livello organizzativo e gestionale, in sinergia con la rete di aziende attive sul territorio, la formazione di elevate competenze disciplinari e trasversali, la ricchezza dell’offerta educativa e culturale garantita da docenti altamente preparati, qualificano la scuola.

Perché presentare il progetto?

Il confronto con i Paesi esteri è forte; l’Italia promuove scambi di natura socio-economico-commerciale. Sorge dunque spontaneo comparare i nostri giovani ai giovani di altri Paesi. Godono tutti delle stesse opportunità? La risposta è negativa, a sfavore dei nostri: gli studenti dei paesi esteri terminano gli studi un anno prima. Possono cioè immettersi prima nel mondo del lavoro, avendo maggiori possibilità occupazionali. Quale soluzione per ridurre questo gap? Il percorso quadriennale, visto come garante di condizioni di parità. Non si parla di una riduzione del monte ore settimanale, quanto piuttosto è importante l’attenzione all’apprendimento degli studenti.

Quattro anni perché?

 

  • Per trasformare il modello trasmissivo del sapere.
  • Per riconnettere i saperi e le competenze della scuola a quelli della società.
  • Per portare a sistema modelli didattici e organizzativi sperimentati.
  • Per pari opportunità (scuole italiane all’estero, scuole paritarie, scuole IBO).
  • Per equità (previsto dall’ordinamento su basi individuali per studenti eccellenti).Per liberare energie. ? Per stimolare una revisione dei curricula.
  • Per accelerare l’introduzione di nuovi modelli didattici ed organizzativi. Il progetto è incentrato sull’innovazione metodologico-didattica che propone un percorso quadriennale strutturato in base ai diversi stili di apprendimento dello studente e orientato al mondo del lavoro in una nuova prospettiva.

 

Obiettivi del progetto

 

  • Migliorare e potenziare i risultati di apprendimento degli studenti attraverso processi di innovazione didattica anche in un’ottica internazionale.
  • Sostenere in modo sistematico la flessibilità scolastica curricolare, attraverso formati e modelli didattici innovativi e aperti.
  • Realizzare il collegamento tra l’acquisizione delle competenze di cittadinanza e il concetto di cittadinanza globale, legando lo sviluppo delle competenze alla piena comprensione delle sfide globali.
  • Offrire al territorio un percorso innovativo rivolto agli alunni più studiosi e interessati che consenta loro di inserirsi nel mondo universitario con un anno di anticipo rispetto ai loro coetanei che frequentano un percorso tradizionale quinquennale.
  • Basare l’impostazione dell’intero percorso formativo su una preparazione più specifica e trasversale, sviluppando nello studente una maggiore consapevolezza dei propri obiettivi, anche attraverso un’attenta azione di orientamento.
  • Sviluppare il plurilinguismo attraverso varie iniziative (ore di laboratorio linguistico, stage all’estero, scambi internazionali ecc.).
  • Favorire l’acquisizione di competenze specifiche in ambito matematico/scientifico e digitale.
  • Stimolare lo sviluppo di competenze sociali e civiche.

 

Per adeguarsi agli standard europei il progetto prevede:

 

  • L’inserimento di materie non linguistiche in inglese e francese.
  • Un team di docenti in grado di assicurare l’acquisizione di competenze utili per un inserimento efficace nel mondo del lavoro.
  • Un insegnamento fondato su una rete di rapporti di complementarità, di integrazione e di interazione delle diverse discipline, al fine di un sapere organico e sinergico. 10
  • Una didattica dinamica, in cui l’allievo sia attore di un processo educativo basato sulla cooperazione e sul confronto con i compagni, sulla collaborazione coi docenti e sul supporto di strumenti tecnologici innovativi.
  • Un insegnamento che spazi dalla lezione frontale all’apprendimento attivo.
  • Un esame di stato che preveda, alla fine del quadriennio, il diploma e l’attestazione delle competenze a livello internazionale.
  • Il riconoscimento delle potenzialità di ogni allievo, delle sue inclinazioni, propensioni, problematicità, aspirazioni, al fine di offrire una prospettiva di vita lavorativa futura appagante.

 

 

Assi di sviluppo del percorso quadriennale

Progettazione dell’attività didattica

Ai sensi degli articoli 4 e 5 del DPR 275/99, al fine di compensare la riduzione di una annualità del percorso scolastico per conseguire gli obiettivi specifici di apprendimento previsti dall’indirizzo di studi liceale e per realizzare progetti di Alternanza Scuola Lavoro (art 1, commi 33-43, D.lgs. 107/15), è stata individuata la seguente rimodulazione del calendario scolastico annuale e dell’orario settimanale delle lezioni.

Le lezioni iniziano la prima settimana di settembre e terminano nel mese di giugno, per un totale di 37 settimane scolastiche.

La sospensione delle lezioni per festività segue il Calendario scolastico regionale lombardo.

Le lezioni si svolgono dal lunedì al venerdì.

L’orario settimanale si compone di 34 ore: lezioni dalle ore 8 alle ore 14 con due rientri pomeridiani per classe. Ciascun’ora di lezione ha la durata di sessanta minuti.

Le attività didattiche sono suddivise in tre trimestri, al termine dei quali i Consigli di Classe stilano un pagellino intermedio.

Al termine dell’anno scolastico si tiene lo scrutinio finale in cui si esaminano le valutazioni intermedie e i progressi di ciascun alunno.

Giudizi sospesi: vanno assolti nel mese di luglio, previo svolgimento dei corsi di recupero.

Alternanza Scuola Lavoro: durante la pausa estiva tra il terzo e il quarto anno di corso.

Assi portanti

Al fine di assicurare agli studenti il raggiungimento degli obiettivi specifici di apprendimento e delle competenze previsti per il quinto anno di corso, entro il termine del quarto anno, si individuano i seguenti assi portanti del progetto di sperimentazione Liceo Scientifico Quadriennale Opzione Scienze Applicate:

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Luglio 2018 21:17