Home news-cfp 21-03-18: la Messa di S.E. Monsignor Vittorio Viola per gli studenti del CFP di Stradella
21-03-18: la Messa di S.E. Monsignor Vittorio Viola per gli studenti del CFP di Stradella
Giovedì 22 Marzo 2018 11:52

Pasqua, dall’ebraico “passare oltre”, è una festività che invita a lasciare indietro ciò che rappresenta un fardello per la nostra esistenza e per la nostra felicità. Non è sempre facile capire quale sia la strada da percorrere per raggiungere tale scopo; S. E. Monsignor Vittorio Viola, Vescovo di Tortona, ha cercato di spiegare ai giovani del CFP stradellino quali siano i mezzi per vivere felicemente e senza “catene”.

Quest’oggi, mercoledì 21 marzo, presso la chiesa parrocchiale dei S.S. Nabore e Felice, il Vescovo ha infatti celebrato, insieme a Don Cristiano Orezzi, una S. Messa in preparazione alla Pasqua per gli studenti dell’Istituto. «La nostra dimensione è la libertà -afferma Sua Eccellenza-; odiamo le limitazioni. Ma pensate al Sole, alla Terra, agli alberi. Per quanto straordinarie, le creature non hanno libertà di scelta. Può forse il sole decidere da quale parte indirizzare il suo moto? Noi pensiamo di avere libertà di azione, ma nel fare quello che vogliamo, spesso ci omologhiamo ad un modello prestabilito, a noi imposto da altri. Cosa dobbiamo fare per essere realmente liberi e quindi felici? Abbiamo certamente bisogno di credere in qualcuno che ci liberi, come i protagonisti della Prima Lettura di oggi, Sadrac, Mesac ed Abdènego, che gettati in una fornace dal re Nabucodonosor, si sono salvati grazie all’incrollabile loro fede verso il Dio di Israele. Se crediamo in Gesù, anche la morte fa meno paura. La vita è veloce, passa in fretta, quindi dobbiamo far sì che ogni istante di essa venga sfruttato per perseguire il bene, dire cose vere, per amarci, rispettarci e condividere con altri le nostre cose. Senza queste azioni, pensando di schiacciare i nostri compagni di viaggio, non saremo mai felici. È questo che vi auguro per la Pasqua che si avvicina: non fatevi ingannare dal mondo che sembra volervi liberi, ma vi incatena nella noia».

Tutta la funzione é stata allietata dall’accompagnamento del coro degli studenti, guidato dalla direttrice della corale stradellina Ombretta Scovenna e dal professor Alessandro Rossi. La direttrice Stefania Fecchio e la Presidente Pinuccia Barbieri hanno rivolto, alla fine della funzione, i migliori auguri di una Buona Pasqua agli allievi e alle loro famiglie.

In seguito alla funzione religiosa, Sua Eccellenza ha visitato il CFP stradellino ed ha potuto rendersi conto della professionalità acquisita dai giovani della classe IV alberghiero che, guidati dai docenti Marina Riccardi e Silvano Vanzulli, hanno approntato e servito ad alcuni ospiti un pranzo da loro ideato.