Home news-cfp Progetto "HOME BASE": Don Cristiano incontra i ragazzi del CFP stradellino
Progetto "HOME BASE": Don Cristiano incontra i ragazzi del CFP stradellino

Nei giorni passati, tutte le classi del CFP di Stradella hanno incontrato Don Cristiano Orezzi, guida spirituale dei giovani della città. Ad accompagnare il sacerdote in visita all’Istituto c’era anche Luca, educatore-psicologo e presidente dell’associazione “Gli Sdraiati” di Pavia. Il motivo di tale incontro era la presentazione di un progetto che i due hanno studiato insieme: “HOME BASE, semiresidenzialità breve per adolescenti”.

Si tratta della sperimentazione di una settimana di “casa” in cui l’attenta strutturazione della quotidianità possa diventare l’occasione per sentirsi parte di un gruppo, condividendone spazi e tempi di vita ed imparando a pensare prima di agire, lasciando da parte l’egocentrismo per non ledere l’interesse dei compagni.

Al progetto possono prendere parte ragazzi di età compresa tra i quattordici ed i diciotto anni, candidandosi spontaneamente, su richiesta di un genitore o su segnalazione di una istituzione scolastica. I giovani che sceglieranno di prenderne parte potranno recarsi in un appartamento gestito dagli educatori dell’Oratorio San Giovanni Bosco situato in Via Garibaldi 125 a Stradella, in orari prefissati (presumibilmente dall’uscita da scuola sino alle 23) ed in settimane già stabilite (19-23 FEBBRAIO; 5-9 MARZO; 16-20 APRILE; 7-11 MAGGIO; 21-25 MAGGIO).

«La nostra associazione, “Gli Sdraiati” prende il nome dal modo in cui gli adulti chiamano i ragazzi, perché li vedono come oziosi -spiega Luca-; questo modo, però, li allontana molto dal capirli. Certe volte quando si sta sdraiati si vedono cose che altrimenti non si potrebbero scorgere. Abbiamo derivato il nome del progetto di “HOME BASE” dal baseball americano: la base è il punto da cui partire per riprendersi, per imboccare il cammino di una crescita positiva».

«Lo scopo del progetto è il piacere della condivisione e dello stare insieme -prosegue Don Cristiano-; insieme mangerete, farete i compiti, discuterete. Questo perché noi vogliamo fare emergere tutto il bello che c’è dentro di voi e per raggiungere tale scopo vogliamo lavorare insieme a voi. È ora di provare a dimostrare che non tutti i ragazzi sono sbagliati».

Ringraziando Don Cristiano per aver presentato ai nostri giovani questa bella opportunità e per essere sempre presente per loro, informiamo che gli interessati al progetto -per ulteriori informazioni- possono porre domande e formulare richieste agli indirizzi mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 04 Febbraio 2018 12:01