Home news-cfp 15-12-17: i ragazzi del CFP di Stradella ad un servizio in Prefettura a Pavia
15-12-17: i ragazzi del CFP di Stradella ad un servizio in Prefettura a Pavia

Venerdì 15 dicembre, i ragazzi del CFP di Stradella hanno avuto l'onore di prestare servizio ad un evento tenutosi alla Prefettura di Pavia, presso la sua sede di Palazzo Malaspina. Nelle eleganti sale della preziosa "location", studenti provenienti da ogni settore formativo hanno avuto l'opportunità di mettere alla prova le proprie competenze professionali: gli alunni di Cucina hanno approntato prelibatezze dolci e salate da esporre nei buffet allestiti per l'occasione, gli operatori di Sala hanno curato il servizio delle pietanze e studiato l'abbinamento dei vini, due studentesse del settore amministrativo si sono occupate dei servizi di accoglienza e di guardaroba.

L'evento era stato pensato dal Prefetto Attilio Visconti per premiare le benemerenze cittadine e per gli auguri natalizi nel suo primo anno di presenza a Pavia. Gli ospiti invitati a prendere parte alle celebrazioni erano circa 300: dopo un saluto ai presenti e successivamente agli auguri, il Prefetto ha ringraziato tutti coloro che hanno aiutato alla preparazione dell'evento o hanno impreziosito con la propria presenza il momento: una menzione è andata anche agli studenti ed ai docenti del nostro Istituto che si sono impegnati per la buona riuscita della serata. Tanti gli ospiti illustri presenti: il vescovo di Tortona, S.E. Monsignor Vittorio Viola, il vescovo di Pavia, S.E. Monsignor Corrado Sanguineti, il sindaco cittadino, Massimo De Paoli, il Rettore dell’Università Fabio Rugge, l'ex primo cittadino pavese, Alessandro Cattaneo, l'ex Ministro dell'Economia Giulio Tremonti, l’onorevole Angelo Ciocca e Carla Torselli di Fondazione Cariplo.

La giornata per gli studenti stradellini è stata piuttosto impegnativa: già a partire dal mattino sono iniziate le operazioni di allestimento. Quattro sono stati i buffet allestiti che prevedevano portate dall'antipasto al dolce: finger food e stuzzicherie salate come aperitivo; risotto Carnaroli pavese allo spumante d’Oltrepò con fonduta di robiola ed erbe aromatiche come portata calda preparata al momento dell'evento; panettoni artigianali con crema al mascarpone e "coccole" dolci di ogni gusto.

Sarà sicuramente, questa, un'esperienza che i giovani porteranno nel cuore, come si può intuire dalle loro dichiarazioni entusiaste.

«Il servizio al guardaroba non era per me un'esperienza nuova, avendola già provata in locali per giovani -dice Veronica, della IV Tecnico ai Servizi d'Impresa-; quello di venerdì però è stato un momento molto formativo, perchè, trattandosi di un ambiente ufficiale, anche l'organizzazione degli spazi era totalmente differente. A me piace interagire con il pubblico e sono soddisfatta dei risultati, vedendo anche come i presenti si sono dimostrati contenti di noi».

«Si è trattata della prima esperienza di questo tipo per me -afferma Andrea Noemi, anch'ella della IV Impresa-; nonostante l'agitazione è andato tutto per il meglio: sono contenta che i presenti abbiano espresso pareri positivi nei nostri confronti».

«Il servizio è stato impegnativo -spiega Denise, della III Sala-, da parte mia non c'era grande preoccupazione, perchè la scuola mi ha ormai fornito la possibilità di interagire con avventori reali, tramite stage e ristoranti didattici. Essendo tranquilla e sicura di me, credo di aver lavorato abbastanza bene».

«Per noi è stata una grande opportunità -racconta Swami, anch'ella di III Sala-; si trattava di un evento importante ed è stato emozionante prestare servizio a persone così cordiali e gentili, come si sono rivelati gli ospiti presenti».

Sono questi gli eventi che formano le professionalità dei nostri studenti: consci di poter migliorare costantemente le proprie capacità, gli allievi presenti alla serata hanno certamente arricchito il proprio bagaglio esperienziale, avendo dovuto interagire con un numero così alto di presenti.