Home news-odpf 07-10-2017: S. E. Mons. Vittorio Viola apre la Visita Pastorale nel Vicariato di Voghera
07-10-2017: S. E. Mons. Vittorio Viola apre la Visita Pastorale nel Vicariato di Voghera
Sabato 7 ottobre 2017, alle ore 18, presso il Duomo di Voghera, ha avuto inizio la Visita Pastorale di Monsignor Vittorio Viola.
In occasione della celebrazione, il Duomo era gremito di fedeli ed ha partecipato alla cerimonia anche una rappresentanza dell'Istituto Santachiara ODPF.
Il Vescovo Vittorio Viola ha voluto sottolineare l'importanza di accogliere le parole del Vangelo, farne tesoro e renderle azione.
Sua Eccellenza ha ricordato la significativa parabola della vigna e dei contadini malvagi: un uomo affidò la sua vigna ad un gruppo di contadini affinchè se ne prendessero cura e la facessero produrre; al momento del raccolto, mandò alcuni servi a chiedere la parte che gli spettava, in qualità di padrone della vigna, ma i contadini malvagi si rifiutarono di dargli i frutti e maltrattarono aspramente i servi. Il padrone della vigna non si arrese e mandò altri servi, ma con lo stesso epilogo. L'uomo decise allora di mandare alla vigna suo figlio, pensando che i contadini avrebbero avuto più rispetto nei suoi confronti; purtroppo non fu così: i contadini lo uccisero, pensando che eliminando l'erede avrebbero potuto prendere possesso della vigna. Gesù sta parlando ai capi dei sacerdoti ed agli anziani del popolo, quindi gli domanda come si comporterà a quel punto il padrone della vigna verso i contadini; la risposta è molto dura: lì farà morire miseramente e darà in affitto la vigna ad altri contadini, che gli consegneranno i frutti a suo tempo. Una risposta di questo genere risulta essere una sorta di autoaccusa ed autocondanna: la vigna è immagine del popolo santo di Dio, il quale, come apprendiamo dalle parole di Isaia, se n'era preso infinitamente cura, ottenendo però frutti acerbi. Gesù è il figlio che è stato mandato nella vigna e nella parabola vede già un compimento, ossia l'essere ucciso fuori dalla città, ma vede anche la fedeltà del padre e la Resurrezione.
Il Vescovo ha ricordato che a noi è stato affidata la vigna, ossia il Regno di Dio, quindi abbiamo la responsabilità di custodire questa vigna affinchè possa dare frutto. Il Padre ha mandato il Figlio, noi lo abbiamo crocefisso, ma non siamo stati puniti, anzi: la croce di Gesù Cristo ci ha redenti; avremmo meritato la condanna, ma l'amore di Dio è talmente sconfinato che ha consumato il nostro peccato. Noi siamo così raggiunti da un immeritato, gratuito, libero e purissimo amore, in grado di lavarci dalle nostre colpe e rigenerarci. Dobbiamo custodire il frutto di questo amore a partire dalle nostre comunità, costruendo relazioni nuove, fraterne, in un'umanità trasformata e nutrita dalla parola del Vangelo.
Il Signore è vivo, risorto in mezzo a noi e dobbiamo coglierne le parole ed i gesti, raccoglierne i frutti e fare comunità, in un cammino verso la perfezione da compiere insieme.
La celebrazione di Sua Eccellenza ha offerto una preziosa occasione di preghiera e riflessione ai fedeli. L'Istituto Santachiara vuole fare tesoro delle parole di Mons. Vittorio Viola ed è lieto di accoglierlo nella giornata di giovedì 26 ottobre 2017 per trascorrere una preziosa giornata insieme e custodire i pensieri e le riflessioni che Sua Eccellenza donerà ad allievi e docenti.